I Mutui Ibridi (Misti)


Con i mutui a tasso variabile c'e' il rischio che la rata da pagare potrebbe alzarsi a tal punto da mettere a rischio la capacita' del cliente di poterla ripagare.
Per minimizzare questo rischio, ecco 5 varianti di mutuo a tasso variabile:

Mutuo a Capped Rate: Un mutuo il cui tasso e' variabile ma ha un tetto massimo oltre il quale il tasso non puo' andare. Attenzione a verificare tutti i costi di spesa aggiuntivi e il piano di ammortamento perche' le banche spesso si proteggono con polizze ad hoc (per esempio vendendo polizze assicurative) il cui costo viene poi sobbarcato dal cliente.

Mutuo a Tasso Fisso con Opzione: Questo e' un mutuo che lascia al cliente la prerogativa di passare da tasso fisso o variabile, in date predeterminate all'inizio del contratto.

Mutuo a Tasso Bilanciato: Il mutuo a tasso bilanciato e' un ibrido nel vero senso della parola in quanto il tasso da pagare e' composto da una parte fissa e una parte variabile.
Mutuo a Rata Fissa e Durata Variabile: In questo caso se il tasso di interesse dovesse diminuire, la durata del mutuo diminuirebbe e viceversa.

Mutuo a Tasso Misto Rinegoziabile: Un tipo di mutuo relativamente nuovo in Italia, il debitore puo' rinegoziare il tasso di interesse in qualsiasi momento egli voglia farlo.

Questa opzione pero' puo' costare anche 50 punti in + rispetto ad altri mutui e dato che per poterne usufruire bisogna essere competenti in materia, spesso l'opzione non viene usata.